Close
+39 333 768 6481
info@studioluceangelica.com
Lun-Ven 9:00 - 19:00
Creatori di sapienza

Creatori di sapienza

Nella vita di oggi è importante agire come creatori di sapienza.

Dai filosofi presocratici fino a Platone per sapienza si intendeva non solo il possesso di conoscenze razionali ma anche la connessa abilità tecnica nel mettere in opera quelle conoscenze ed assieme la virtù della prudenza nel distinguere il bene dal male e l’utile dal dannoso.

Paradossale fondamento del pensiero socratico è il “sapere di non sapere”, un’ignoranza intesa come consapevolezza di non conoscenza definitiva, che diventa però movente fondamentale del desiderio di conoscere.

Nella filosofia ellenistica la sapienza si ripropone come strumento per la felicità dell’uomo che agisce per il conseguimento del bene. Questa concezione viene fatta propria anche dalla filosofia latina che, con Cicerone, separa la sapienza dalla saggezza che avvia l’uomo a ciò che deve perseguire (il bene) o evitare (il male). La sapienza deve perseguire un qualche scopo nella vita dell’uomo altrimenti il sapere stesso sarebbe senza senso e inutile.

Nelle filosofie dell’età alessandrina interessate alle tematiche religiose, la sapienza assume caratteristiche divine di mediazione tra l’Essere supremo e il mondo fenomenico.

Nella Scolastica, Tommaso d’Aquino si rifà alla definizione di Aristotele intendendo la sapienza come somma virtù conoscitiva che attraverso la grazia viene donata da Dio agli uomini che possono così conoscere quelle verità alle quali prima potevano accostarsi soltanto per fede.

Commenta

Your email address will not be published. Required fields are marked *